Canale prioritario,
uso ed impostazioni per questa funzione di ricerca

Quasi tutti i modelli di ricevitori scanner offrono la funzione canale prioritario, si tratta di una opzione veramente molto utile tant'è che probabilmente una volta preso confidenza con il suo impiego non potrete più farne a meno. Nella sostanza questa funzione vi permette di sintonizzare liberamente l'apparato con il VFO mentre ogni definito intervallo di tempo vi è un breve monitoraggio di una frequenza inserita in una memoria speciale (prioritaria) allo scopo di verificare se qui vi è del traffico radio. Quando su tale canale risulta presente un segnale sufficientemente intenso da superare la soglia dello squech lo scanner rimarrà qui fermo facendovi ascoltare la comunicazione, terminata l'emissione il meccanismo riprende come in precedenza.

La particolarità di questa forma di ricerca tra due frequenze è che l'utilizzatore rimane sintonizzato quasi tutto il tempo su di una, che può essere modificata liberamente con l'apposito comando rotativo o con il tastierino numerico, mentre unicamente per brevi istanti vi è un spostamento su una frequenza fissa che desideriamo tenere sotto controllo. Il meccanismo è semplice quanto efficace, da la possibilità di fare radioascolto su una frequenza od una banda a piacimento senza per questo che si perda l'azione che ha luogo nel canale in "sottofondo" al quale attribuiamo un particolare interesse.


[Figura 1] Modalità di ricerca con l'impostazione di un canale prioritario.

La figura 1 rappresenta un esempio tipico della tempistica di azione della funzione che stiamo descrivendo. Come il disegno mostra lo scanner è sintonizzato a 172.225 MHz, la frequenza del VFO (main tuning), dove rimane tutto il tempo ad eccezione di un spostamento ogni 5 secondi sul prioritario (priority frequency) qui posto a 432.750 MHz dove l'ascolto si protrae per 1 secondo. Questo ping-pong è continuo, anche quando decidiamo di agire sul VFO per spostarci a 172.250 MHz il monitoraggio del canale prioritario non subisce modifiche.

L'uso di questa funzione incontra una esigenza pratica molto sentita nel radioascolto con uno scanner. Difatti non è raro che si voglia tenere d'occhio un canale dove sappiamo che le trasmissioni sono sporadiche, con lunghi intervalli che vedono l'assenza di comunicazioni radio, mentre per non annoiarci seguiamo un canale ben più attivo anche se forse meno interessante. Un modo per ottimizzare la sessione di ascolto dunque che solleva l'operatore dall'agire manualmente per repentini cambi di frequenza. Da notare che il canale prioritario può essere su tutt'altra gamma e modo rispetto l'impostazione del VFO, ad esempio possiamo memorizzare il canale prioritario su un ponte radioamatoriale in banda 70 centimetri in modo NFM mentre siamo sintonizzati in banda aeronautica nel modo AM.

Si presti attenzione ad un dettaglio, questa funzione viene trattata diversamente a seconda di chi produce l'apparato. Ogni fabbricante utilizza un linguaggio proprio che in taluni casi può generare confusione, ciò va tenuto presente soprattutto quando si confrontano le caratteristiche di più scanner. Al posto di "canale prioritario" potremmo leggere "dual watch" od ancora "dual window", a rigore queste funzioni sono simili ma non uguali sebbene i termini vengono spesso impiegati come sinonimi. Un'altro aspetto da considerare riguarda la possibilità di adattare entro certi limiti l'impostazione collegata alla funzione. In alcuni scanner, i modelli maggiormente elaborati, si può infatti scegliere il rapporto dei tempi tra main/prioritario a seconda delle esigenze. Gli appassionati più esperti hanno così modo di personalizzare il monitoraggio a seconda delle peculiarità che contraddistinguono le trasmissioni che si vuole seguire.

Scanner No Limit
Raccoglie frequenze ed approfondimenti utili per ogni possessore di Scanner.


Dettagli su Scanner No Limit

Connettori d'antenna?
Per comprendere le differenze tra i diversi standard adottati negli scanner portatili leggete la pagina connettori BNC e SMA

Autonomia delle batterie?
Per comprendere come opera la funzione di risparmio batterie negli scanner leggete la pagina power-save

Quale lingua utilizzano i piloti?
Per conoscere come si esprimono effettivamente i messaggi scambiati in campo aeronautico leggete la pagina italiano od inglese
Questo sito non utilizza cookie, la vostra navigazione è anonima.
© Frequenze-Scanner.it