La portata di ascolto,
le distanze entro le quali è possibile captare le comunicazioni

Non considerando i fenomeni secondari che incidono nella propagazione delle onde radio al salire della frequenza, tipicamente oltre i 30 MHz, la distanza raggiunta da un segnale si avvicina sempre di più a quella che viene definita portata ottica ovvero la massima distanza per la quale l'antenna ricevente e l'antenna trasmittente sono in vista senza l'interposizione di ostacoli siano essi artificiali, come edifici e costruzioni, oppure elementi naturali quali montagne o avvallamenti e naturalmente senza che la curvatura terrestre le nasconda.

Le onde radio si propagano perciò in portata ottica esclusivamente secondo una linea retta, viene quindi a crearsi un orizzonte che non può essere superato se non grazie ad altri fenomeni propagativi che alterino questo modo. La portata ottica di una stazione ricevente, dove trova collocazione l'antenna del vostro scanner in altre parole, assumendo la superficie terrestre priva di ostacoli di qualsiasi genere è facilmente calcolabile conoscendo l'altezza dell'antenna dal suolo. Evitiamo qui di proporre una formula matematica optando invece per una comoda tabella già compilata che mostra il valore tipico assunto dalla portata di ascolto nelle VHF e nelle UHF in una orografia di pianura:

Altezza antenna
banda VHF
(~100 MHz)
banda UHF
(~450 MHz)
10 metri
18 km
15 km
20 metri
25 km
21 km
30 metri
31 km
26 km
40 metri
36 km
30 km
50 metri
40 km
33 km
60 metri
44 km
36 km
70 metri
48 km
39 km
80 metri
51 km
42 km
90 metri
54 km
44 km
100 metri
57 km
47 km

Come si osserva chi ha modo di installare l'antenna sopra un stabile a molti piani gode di condizioni vantaggiose. Naturalmente l'ambito urbano distorce poi queste cifre per via dell'attenuazione introdotta dagli altri edifici che si trovano nel percorso del segnale oltre che per le molte riflessioni di cui sono responsabili. Poniamo alla vostra attenzione una diversa considerazione: l'area abbracciata dalla portata di ascolto è in relazione al quadrato con il suo raggio, ciò significa che se la portata aumenta del 40% (esempio alzando l'antenna da 10 a 20 metri) ecco che la copertura del territorio raddoppia e dunque verosimilmente raddoppieranno il numero di stazioni radio ascoltabili.

Questo aspetto giustifica il fatto che sovente un pure modesto innalzamento dell'antenna determina un netto miglioramento nelle ricezioni V/UHF.

Lo scenario descritto è rappresentativo di un installazione sopra un edificio. Vagliamo adesso il raggio di comunicazione raggiungibile da una stazione posta su colline, montagne oppure su di un mezzo aereo. Questo consentirà di quantificare la tipica portata di ascolto di chi risiede in altura od anche ascolta aerei in volo:

Altezza antenna
banda VHF
(~100 MHz)
banda UHF
(~450 MHz)
500 metri
128 km
105 km
1000 metri
180 km
150 km
2000 metri
255 km
210 km
4000 metri
360 km
300 km
6000 metri
440 km
260 km
8000 metri
510 km
420 km
10000 metri
570 km
470 km

La distanza di ascolto per jet su rotte internazionali, quote di volo sui 10000 metri dunque, giunge sull'ordine dei 500 km. A dimostrazione un collaboratore a questo sito, residente a Padova, ci ha fornito i suoi dati inerenti le ricezioni in banda aeronautica VHF utilizzando l'antenna a stilo del proprio apparato - una installazione interna al suo appartamento dunque. Estrapolando un paio di questi monitoraggi, non dei record ma comunque significativi, e ponendoli sulla mappa di figura 1 si ricava immediatamente quanto possono offrire gli scanner:


[Figura 1] Ascolti a lunga distanza inerenti aerei di linea, la stazione ricevente è nella parte centrale della regione Veneto

Ribadiamo che abbiamo qui considerando esclusivamente la portata ottica - la principale ma non l'unica forma di propagazione radio che interessa le V/UHF.

Connettori d'antenna?
Per comprendere le differenze tra i diversi standard adottati negli scanner portatili leggete la pagina connettori BNC e SMA

Dove sintonizzare il vostro scanner ?
La coppia libro / CD che per eccellenza accompagna ogni appassionato di ricezioni VHF ed UHF. Il riferimento più completo e che offre la panoramica più vasta sugli elementi operativi ed i canali radio dei molti servizi di comunicazione effettivamente attivi in Italia.


Dettagli su Scanner No Limit

coperto l'intero segmento tra 26 MHz › 3.6 GHz e, molto importante, la lista con le allocazioni dello spettro radio comprende anche le trasmissioni che operano fuori dalla normativa fornendo così al lettore dati reali del tutto assenti negli altri testi o file PDF online che ripetono solo quanto leggi e decreti presenti nella Gazzetta Ufficiale espongono in materia.

Questo sito non utilizza cookie, la vostra navigazione è anonima.
© Frequenze-Scanner.it